COVID-19

19/11/2020 – Aggiornamento sospensione Competizioni e Campionati fino al 3 dicembre 2020 

La Federazione comunica che, visto l’andamento della situazione epidemiologica in Italia, con delibera del Presidente n.347 del 17 novembre 2020, sentito il parere favorevole dei Consiglieri di Settore e dei Comitati Territoriali, sono state sospese tutte le competizioni e campionati di tutti i settori fino al 3 dicembre 2020 ad eccezione delle partite di Campionato IHL Serie A maschile e dei campionati internazionali AHL e ICE HL di Hockey.
Il campionato IHL di Hockey era già stato sospeso fino al 3 dicembre con delibera del Presidente n. 337 del 10 novembre 2020.

Per il settore Figura, oltre alla sospensione del Trofeo Fiemme On Ice del 26-29 novembre previsto a Cavalese (TN) e della 1a Gara Nazionale di Sincronizzato del 29 novembre prevista ad Aosta resta confermata la sospensione della competizone di Figura Pinè Ice Trophy fascia Bronze inizialmente prevista per il 5-6 dicembre a Baselga di Pinè (TN) come da delibera del Presidente n. 334 del 9 novembre 2020

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————–

07/11/2020 –  Chiarimenti DPCM 3 novembre: atleti partecipanti a competizioni di interesse nazionale e relative at

Il CONI – alla luce del DPCM del 3 novembre 2020 entrato in vigore il 6 novembre 2020 – ha comunicato i calendari delle competizioni “di interesse nazionale” e degli eventi organizzati da organismi internazionali.

Restano quindi consentiti gli eventi e le competizioni riconosciuti di interesse nazionale, riguardanti gli sport individuali e di squadra, organizzati dalle Federazioni Sportive Nazionali e da organismi sportivi internazionali.
Al seguente link l’elenco completo delle competizioni ed eventi autorizzati:

Competizioni d’interesse nazionale ed eventi organizzati dagli Organismi Internazionali

Sono consentiti gli allenamenti a porte chiuse e nel rispetto dei protocolli federali degli atleti partecipanti agli eventi e alle competizioni di rilevanza nazionale previsti dalla norma. In questi casi sono consentiti anche gli spostamenti inter-regionali. I chiarimenti forniti dal Ministero dello sport in merito agli spostamenti tra regioni per lo svolgimento dell’attività sportiva possono essere consultati al seguente link:

Lo misure per lo sport nelle tre aree di rischio

Resta comunque in vigore la sospensione fino al giorno 24 novembre 2020, emanata dalla Federghiaccio, dello svolgimento di tutte le manifestazioni (gare e partite di campionato) di tutte le discipline e di tutte le categorie ad eccezione dei campionati di Hockey maschile ICEHL, AHL, IHL Serie A e IHL e di quelli femminili EWHL e IHL Women.

 

——————————————————————————————————————————————————————————

05/11/2020 –  Sospensione Gare e Campionati FISG fino al 24 novembre 2020

Alla luce del DPCM 3 novembre 2020, pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale che entrerà in vigore da domani 5 novembre 2020 e, alla luce della attuale situazione epidemiologica, il Presidente Gios, in accordo con i Consiglieri di Settore e i Comitati Territoriali FISG, ha deliberato di sospendere con effetto immediato e fino al giorno fino al 24 novembre 2020 lo svolgimento di tutte le manifestazioni (gare e partite di campionato) di tutte le discipline e di tutte le categorie ad eccezione dei campionati di Hockey ICEHL, AHL Serie A e IHL,.

Vi comunico inoltre che stiamo lavorando a stretto contatto con il CONI, con il Ministero dello Sport e con l’avvocato Guido Martinelli, per predisporre una circolare esplicativa dei provvedimenti disposti con l’ultimo DPCM che purtroppo, ad una prima lettura non consente di sciogliere alcuni dubbi interpretativi in merito alla possibilità o meno di poter entrare o uscire dalle zone rosse per partecipare a gare e allenamenti.

Siamo inoltre in attesa di ricevere dal Coni chiarimenti in merito all’indicazione di quali competizioni (e conseguenti allenamenti) saranno autorizzate in quanto l’ultimo DPCM all’art 1 punto 9 lettera e) ha affidato al Coni il compito di riconoscere tramite un provvedimento quali sono le competizioni di livello nazionale.

Allegato: testo DPCM 3 novembre 2020

dpcm 3 novembre 2020

(Comunicato FISG )

——————————————————————————————————————————————————————————————————————————

29/10/2020 – Chiarimenti sugli allenamenti dei tesserati FISG

In riferimento al DPCM 24.10.2020 ed in considerazione delle precisazioni fornite ieri dal Ministero dello Sport (FAQ DPCM 24/10/20) si precisa l’attività che viene svolta nei palazzi del ghiaccio dalla società affiliate alla FISG è destinata alla preparazione degli atleti al fine della partecipazione a competizioni nazionali ed internazionali previste nei calendari della stagione agonistica.

Ciò è valido per tutti i tesserati atleti e per ogni categoria anagrafica, comprese quelle più giovani, in quanto si tratta di attività sportive finalizzate all’agonismo che vengono svolte sotto il controllo di tecnici federali abilitati, nel rispetto dei protocolli federali e con la supervisione di referenti Covid nominati dalle singole società sportive.

Pertanto, limitatamente al periodo di vigenza del citato DPCM, si conferma che la Fisg, sulla base dei calendari gare di ogni disciplina che prevedono la presenza, per ciascuna categoria agonistica, di gare di livello nazionale, ha stabilito che tutti i propri atleti agonisti svolgono attività di interesse nazionale e, come tali, sono autorizzati ad allenarsi a porte chiuse.

L’attività svolta da tesserati non agonisti e amatori degli sport non di contatto è consentita solo all’aperto. L’attività svolta da tesserati non agonisti e amatori degli sport di contatto è consentita solo in forma individuale e solo all’aperto.

In riferimento alla pratica del pattinaggio aperto al pubblico negli stadi del ghiaccio, questo tipo di attività rientra tra quelle definite ludico motorie, di base o amatoriali e pertanto, è consentita solo individualmente e solo in impianti all’aperto.

In via di aggiornamento


26/10/2020 – In seguito all’approvazione del dpcm 24.10.2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 265 del 25-10-2020, vi mando di seguito l’estratto dei punti che riguardano lo sport e alcuni chiarimenti in merito alle nostre discipline:

Estratto DPCM 24.10.2020:
e) sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive, riconosciuti di interesse nazionale, nei settori professionistici e dilettantistici, dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva; le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra partecipanti alle competizioni di cui alla presente lettera sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva;

 

f) sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi; ferma restando la sospensione delle attività di piscine e palestre, l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI}, fatti salvi gli ulteriori indirizzi operativi emanati dalle Regioni e dalle Province autonome, ai sensi dell’articolo 1, comma 14, del decreto-legge n. 33 del 2020; sono consentite le attività dei centri di riabilitazione, nonché quelle dei centri di addestramento e delle strutture dedicate esclusivamente al mantenimento dell’efficienza operativa in uso al Comparto Difesa, Sicurezza e Soccorso pubblico, che si svolgono nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti;

 

g) fatto salvo quanto previsto alla lettera e) in ordine agli eventi e alle competizioni sportive di interesse nazionale, lo svolgiento degli sport di contatto, come individuati con provvedimento del Ministro per le politiche giovanili e lo sport, è sospeso; sono altresì sospese l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto nonché tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere ludico-amatoriale

Sulla base di quanto indicato dal DPCM 24.10.2020, l’impatto sulle nostre discipline è il seguente:

COMPETIZIONI
– sono autorizzate per tutte le discipline (sia di contatto che non di contatto) solo competizioni di livello nazionale
– le competizioni devono svolgersi a porte chiuse in assenza di pubblico
– fanno sempre riferimento i protocolli gare Fisg

ALLENAMENTI
– sono consentiti solo gli allenamenti per chi si prepara alle gare di livello nazionale sempre nel rispetto dei protocolli FISG
– sono sospesi tutti gli allenamenti sia per gli sport di contatto che per quelli non di contatto se finalizzati ad attività di livello inferiore a quello nazionale

ATTIVITÀ DI BASE (ad esempio corsi avviamento)
– è consentito lo svolgimento dell’attività di base solo all’aperto nel rispetto del distanziamento e solo per gli sport non di contatto
– è sempre vietata l’attività di base degli sport di contatto

Di seguito, disciplina per disciplina, l’elenco delle tipologie di competizioni nazionali autorizzate (sono considerate valide solo le competizioni elencate nei calendari/regolamenti approvati dal Consiglio Federale e pubblicati sul sito federale):

– Hockey/Para Ice Hockey:

1.partite di campionato dalla U13 in su (gironi di regular season e fasi finali)
ATTENZIONE: resta valida la decisione della FISG di sospendere tutti i campionati giovanili fino al 15 novembre come comunicato a tutte le società

– Velocità:

1-Campionati italiani assoluti e di categoria

2-gare di Gran Prix Pista Lunga
3-gare di Star Class Short Track
4-gare di Coppa Italia Short Track
5-Primi Sprint Pista Lunga
6-Trofeo delle Regioni Short Track e Pista Lunga
7-Test race e Trials di livello nazionale Short Track e Pista Lunga
8-Trofeo Giovanissimi Short Track

– Figura:
1-Campionati Italiani Assoluti e di Categoria
2-Gare di fascia Nazionale
3-Gran Premio Italia

– Curling/Wheelchair Curling:
1-Partite di Campionato Italiano di tutte le categorie e di tutte le specialità (gironi e fasi finali)
2-Tornei Nazionali autorizzati dal Consiglio Federale

– Stock Sport
1.Gare di Campionato Italiano di tutte le categorie (comprese le fasi di qualificazione)
Sono autorizzate tutte le competizioni di livello internazionale per tutti i settori e per tutte le discipline.

Sono autorizzati gli allenamenti finalizzati alla partecipazione delle competizioni sopra elencate.

Si invia in allegato:
– testo completo DPCM 24.10.2020
– circolare esplicativa Studio Martinelli
– link ai chiarimenti da parte del Ministero dello Sport pubblicati sul sito del governo http://www.sport.governo.it/it/emergenza-covid-19/faq-al-dpcm-del-24-ottobre-2020/

DPCM_20201024

circolare esplicativa Studio Martinelli 26 a dpcm 24-10-20

 

——————————————————————————————————————————————————————————–

22/10/2020 – HOCKEY CAMPIONATI GIOVANILI

La Federazione Italiana Sport del Ghiaccio comunica che tutti i Campionati Giovanili Nazionali di hockey su ghiaccio – Junior League Under 19, U17, U15, U13 – sono sospesi con effetto immediato fino al prossimo 15 novembre.

Vista la situazione epidemiologica legata al Covid-19, per la salvaguardia degli atleti, nell’interesse delle varie società sportive, la FISG, in persona del Presidente Andrea Gios e del responsabile di settore, Tommaso Teofoli, ha ritenuto opportuno, sentito anche il parere favorevole di tutti i Comitati Regionali della stessa Federazione, di sospendere tutti i Campionati Giovanili di hockey ghiaccio.

Nonostante l’attuale momento, la Federazione s’impegna per la prossima continuazione dell’attività giovanile, di fondamentale importanza per tutto il settore. In questo senso, tutte le partite che non verranno disputate saranno recuperate nei prossimi mesi. Vista anche la probabile cancellazione dei Mondiali IIHF, legati ai settori giovanili, si dispone di un calendario più ampio per portare a termine la stagione 2020/21.

 

———————————————————————————————————————————————————————————————————————————-

20/10/2020 – CHIARIMENTI

alla luce dell’ ultimo  DPCM  si invia di seguito una spiegazione schematica su cosa è concesso e cosa invece è vietato dallo stesso:

DISCIPLINE FISG NON DI CONTATTO (Pattinaggio di Velocità, Pattinaggio di Figura specialità Singolo, Curling, Wheelchair Curling, Stock Sport):

Allenamenti e competizioni:

NON ci sono limitazioni né agli allenamenti (che vanno sempre fatti a porte chiuse) né alle competizioni per nessun livello nel rispetto dei protocolli FISG

DISCIPLINE FISG DI CONTATTO (Hockey, Para Ice Hockey, Coppie Artistico, Coppie Danza, Sincronizzato):

Competizioni:

1Livello regionale(*)/nazionale/internazionale: si possono disputare sempre nel rispetto dei protocolli FISG. Nello specifico si elencano esempi di competizioni  consentite nei vari settori:

– Danza, Coppie Artistico e Sincronizzato: gare regionali(*), nazionali e internazionali di tutte le categorie (*unica eccezione: nella regione Lombardia vale l’ordinanza regionale n. 620 che vieta, fino al 6 novembre prossimo, le attività degli sport di contatto a livello regionale di tutte le categorie senior e giovanili maschili e femminili)

– Hockey/Para Ice Hockey: Campionati da U13 in su

2NON sono consentite le competizioni di livello inferiore (provinciale/locale). Nello specifico si elencano manifestazioni NON consentite nei vari settori:

– Danza, Coppie Artistico e Sincronizzato: gare intersociali, manifestazioni a carattere promozionale (esibizioni, saggi ecc.)

– Hockey: attività/manifestazioni/tornei promozionali U9 e U11

Allenamenti (sempre a porte chiuse):

1) se finalizzati a competizioni di livello Regionale(*) e Nazionale: NON ci sono limitazioni (*Unica eccezione: nella regione Lombardia vale l’ordinanza regionale n. 620 che vieta, fino al 6 novembre prossimo, le attività degli sport di contatto a livello regionale di tutte le categorie senior e giovanili maschili e femminili)

2) se finalizzati ad attività promozionale/non agonistica (es corsi di avviamento) o amatoriale (es. pratica svolta nelle ore di pattinaggio libero) o a ad attività di livello provinciale/locale (gare intersociali, manifestazioni a carattere promozionale, esibizioni, saggi ecc.) sono consentiti solo individualmente perciò:

– per Danza, Coppie Artistico e Sincronizzato fa fede il protocollo di allenamento FISG emanato il 26 agosto 2020, escludendo però tutte le fasi di contatto tra atleti (distanza minima durante gli allenamenti: 2 metri distanza minima durante le fasi di attesa: 1 metro)

– per Hockey fa fede il protocollo di allenamento FISG emanato il 26 agosto 2020 escludendo tutti gli esercizi/allenamenti che prevedono il contatto fisico (distanza minima durante gli allenamenti: 2 metri distanza minima durante le fasi di attesa: 1 metro)

——————————————————————————————————————————————————————————

13/10/2020

Linee guida per   lo svolgimento delle partite di Curling e Wheelchair Curling del 13/10/2020

protocollo Covid-19 campionati Curling e Wheelchair Curling 13_10_2020

——————————————————————————————————————————————————————–

Linee guida per la ripresa delle competizioni di pattinaggio di Figura del 13/10/2020

Protocollo Covid-19 competizioni Figura 13_10_2020

——————————————————————————————————————————————————————————-

Linee guida per la ripresa delle competizioni pattinaggio di Velocità del 13/10/2020

Protocollo Covid-19 competizioni Velocità 13_10_2020

——————————————————————————————————————————————————————————

Linee guida per la ripartenza dei Campionati di Hockey su Ghiaccio e Para Ice Hockey del 13/10/2020

protocollo Covid-19 campionati hockey_para ice hockey 13_10_2020 rev

Inoltre si segnala la modifica dell’art. 5.4 come del quale si riporta un estratto: “……….Nel caso in cui una Squadra, a causa della presenza di un numero di giocatori positivi e in isolamento, non riesca a schierare almeno 13 giocatori di movimento e 1 portiere, la gara successiva sarà rinviata……”

 

——————————————————————————————————————————————————————————–

Aggiornamento delle linee guida per gli allenamenti all’interno degli Stadi del Ghiaccio:

aggiornamento linee guida Fisg allenamenti sul ghiaccio 26_08_2020

con una modifica a pagina 14 “organizzazione degli allenamenti” di Hockey legata all’età minima per l’accesso agli spogliatoi dei giocatori. La modifica si è resa necessaria per allineare l’età di accesso agli spogliatoi con le categorie effettive di gioco andando a sostituire il limite di 10 anni con il termine “categoria U9” come segue:

– L’utilizzo degli spogliatoi non è consentito fino alla categoria U9 pertanto i giocatori fino alla U9 dovranno arrivare allo stadio già vestiti con l’equipaggiamento completo.

– Dalla categoria U11 in su è consentito l’uso degli spogliatoi nel rispetto del distanziamento minimo di 1 metro purché i giocatori minorenni siano autonomi nell’indossare l’equipaggiamento necessario. In caso contrario i giocatori dovranno arrivare allo stadio già vestiti con l’equipaggiamento completo

—————————————————————————————————————————————————————————–

Alla luce della ripartenza dello sport di base e della possibilità di partire con gli allenamenti sia degli sport individuali che di squadra mantenendo sempre il necessario distanziamento sociale, sono disponibili i seguenti documenti aggiornati:

direttive-Fisg-riapertura-impianti-del-ghiaccio-25_05_2020-1

Linee-Guida-Comm.-Medica-per-ripresa-allenamenti-atleti-scheda-anamnestica

linee-guida-sport-di-base-e-attivita-motoria

linee-guida-sport-squandradef

linee-guida-sulle-modalita-di-svolgimento-degli-allenamenti-per-gli-sport-individuali

——————————————————————————————————————————————————————————————————————————–

Scheda anamnestica:

Scheda Anamnestica e Medico Competente

Come indicato a pagina 3 e 4 delle Linee Guida per la ripresa degli allenamenti (link al documento) “Tutti gli Atleti devono compilare e sottoscrivere l’autodichiarazione attestante la presenza ovvero l’assenza di infezione da SARS-CoV-2 (vedasi allegato) da inviare al medico competente.

Sulla base delle informazioni fornite nell’autocertificazione, gli atleti verranno divisi in due gruppi:

Gruppo 1 Atleti COVID+ accertati e guariti e atleti che abbiano avuto sintomi riferibili a COVID-19 tra i quali, a titolo non esaustivo, temperatura corporea > 37,5 °C, tosse, astenia, dispnea, mialgie, diarrea, anosmia, ageusia.

Gruppo 2 Atleti COVID- e atleti asintomatici nel periodo della pandemia”

 

Come indicato a pagina 31 delle linee guida del Governo (link al documento)

” Gli atleti Covid+ dovranno osservare un periodo individuale di graduale ripresa nei successivi 15 gg prima di iniziare gradualmente gli allenamenti e sotto l’attento controllo del Medico sociale o, in assenza, del Medico di Medicina Generale. Il Medico potrà, a suo giudizio, ampliare test ed esami.

 

In pratica, ogni atleta (o genitore in caso di minori) deve compilare l’autodichiarazione che serve a stabilire l’appartenenza al Gruppo 1 oppure al Gruppo 2.

Le società potranno far valutare le autodichiarazioni al Medico Sociale (medico competente). In assenza di Medico Sociale ci ci può rivolgere ad un Medico di Medicina Generale (può trattarsi di un medico di fiducia individuato dalla società o ancora ai medici di famiglia dei singoli atleti) che dovrà rilasciare un certificato da consegnare alle stesse in cui il medico, unitamente all’autocertificazione, sulla base di quanto dichiarato dall’atleta:

– richiede gli esami aggiuntivi previsti in caso di Atleti Covid+ accertati e guariti e atleti che abbiano avuto sintomi riferibili a COVID-19 (tra i quali, a titolo non esaustivo, temperatura corporea > 37,5 °C, tosse, astenia, dispnea, mialgie, diarrea, anosmia, ageusia) indicando l’appartenenza al Gruppo 1

oppure

– certifica l’assenza di notizie anamnestiche suggestive di infezione da Covid indicando l’appartenenza al Gruppo 2

—————————————————————————————————————————————————————————————————————————-
 Importante aggiornamento in merito agli sport di contatto.

In base al DPCM dell’11 giugno 2020 (http://www.governo.it/sites/new.governo.it/files/DPCM_20200611.pdf), comma f, dal 25 giugno possono riprendere gli sport di contatto, se autorizzati dalle singole Regioni:

(estratto del testo del decreto)…… g) a decorrere dal 25 giugno 2020 è consentito lo svolgimento anche degli sport di contatto nelle Regioni e Province Autonome che, d’intesa con il Ministero della Salute e dell’Autorità di Governo delegata in materia di sport, abbiano preventivamente accertato la compatibilità delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei rispettivi territori, in conformità con le linee guida di cui alla lettera f per quanto compatibili.”.

Sulla base di quanto stabilito nelle linee guida delle regioni nel documento “PROPOSTE DELLA CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME PER LA RIPRESA DEGLI SPORT DI CONTATTO E SQUADRA” del 25 giugno 2020 al quale le varie ordinanze regionali fanno riferimento, ferme restando le regole di accesso agli impianti in assenza di sintomi e la tenuta del registro delle presenze (si invita a leggere attentamente il contenuto del documento allegato alla presente mail), tra le altre misure di prevenzione si prevede anche l’obbligo del “mantenimento della distanza interpersonale minima di almeno 1 metro in caso di assenza di attività fisica e, per tutti i momenti in cui la disciplina sportiva lo consente, di almeno 2 metri durante l’attività fisica, fatta eccezione per le attività di contatto previste in specifiche discipline.”
 

Pertanto per le attività di contatto previste nella specifiche discipline del ghiaccio, durante gli allenamenti svolti nelle regioni in elenco aggiornato ad oggi, non si applicano le regole sul distanziamento previste dalle linee guida federali.

Di seguito l’elenco delle regioni che alla data di oggi hanno autorizzato gli sport di contatto e le relative ordinanze che vi invitiamo a leggere:

Abruzzo

Calabria
Campania
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino
Umbria
Veneto
Liguria
Lombardia
Trentino
Umbria
Veneto
(Comunicazioni e documenti pervenuti e tratti dal sito della Federazione Italiana Sport Ghiaccio)

Pubblicato il